I Kings of convenience, il jazz e la canzone d’autore al Castello Svevo

Il primo album di successo mondiale dei Kings of Convenience è stato Quiet is the new loud, del 2001, titolo che sottolinea le sonorità delicate e raffinate di questo duo indie folk-pop.

Uno stile che può rappresentare anche il filo conduttore musicale della prima parte della stagione estiva del Castello Svevo di Cosenza, che ha i norvegesi dalle voci dolci e chitarre acustiche come pezzo forte. Lq stagione ha avuto un prologo più popolare con la presentazione-recital del libro+cd Voltarelli canta Profazio e proseguirà fino al 27 luglio (concerti e spettacoli iniziano alle 21). Entriamo nel dettaglio.

kings of convenience

I Kings of Convenience

Continua a leggere

Voltarelli omaggia Profazio e fa pace con la Calabria

A Peppe Voltarelli piacciono le sfide e chiunque lo capirebbe subito, già da come si veste. Poi capirebbe che gli piace mescolare sonorità e generi musicali così come gradisce gli accostamenti arditi in fatto d’abbigliamento. Quanti si sognerebbero di abbinare una camicia a stampe floreali con un pantalone gessato e delle scarpe di vernice? Lui li indossa come se fossero l’insieme più naturale del mondo quando ql Castello svevo di Cosenza presenta il suo ultimo lavoro, un cofanetto che contiene un libro e un cd, appena uscito in libreria edito da Squilibri Editore, in cui reinterpreta in maniera intensa e ironica dieci brani del cantastorie Otello Profazio.

Voltarelli omaggia Profazio

Voltarelli presenta a Cosenza l’ultimo lavoro

Continua a leggere

I figli da laboratorio come Pinocchio nella favola di Granata

Non c’è niente di più complicato delle relazioni umane, l’ampio spettro delle emozioni entra in gioco con tutte le sue sfumature e hai voglia a razionalizzare, venirne a capo è sempre un’impresa. Accade ancor di più nel rapporto tra genitori e figli, “come fai sbagli”, per dirla col titolo di una serie tv italiana. “Geppetto e Geppetto” parte da questa complessità, dall’umana fallibilità, per raccontare la storia di due padri e un figlio, un Pinocchio contemporaneo. Lo spettacolo, scritto, diretto e interpretato da Tindaro Granata, è andato in scena in anteprima nazionale al festival Primavera dei teatri di Castrovillari (Cs), dedicato ai nuovi linguaggi della scena contemporanea.

pinocchio granata

Una scena dello spettacolo (Foto di Angelo Maggio)

Continua a leggere

Scena Verticale e l’inferno dell’Alzheimer

Fino a che punto una malattia neurodegenerativa può sconvolgere la vita di una persona e dei suoi familiari? Difficile averne una percezione esatta dall’esterno o da un racconto indiretto. “Il Vangelo secondo Antonio” di Scena Verticale apre uno squarcio sulla quotidianità di un prete colto da Alzheimer, sulla sua esistenza inconsapevolmente devastata e quella profondamente ferita dei suoi congiunti.

Scena Verticale

Una scena dello spettacolo (foto di Angelo Maggio)

Continua a leggere

Femminicidio o delitto d’onore? Il caso di Sara di Pietrantonio

Femminicidio o delitto d’onore? Il ragazzo che pedina la ex grazie a un’app dello smartphone e poi la cosparge di benzina e le dà fuoco sembra il paradigma di una società tecno-tribale in cui si corre per tenere il passo con le nuove tecnologie mentre si resta intrappolati in una mentalità primitiva. Continua a leggere