Il Vangelo di De Luca, intenso come un dipinto

Acquista potenza visiva il nuovo allestimento de Il Vangelo secondo Antonio di Scena Verticale, scritto e diretto da Dario De Luca

Uno spettacolo è come una pianta, ha bisogno del suo tempo per sbocciare. E quell’intima soddisfazione che si prova al cospetto di una fioritura può presentarsi anche quando si assiste a uno spettacolo che raggiunge la sua forma compiuta. Come nel caso del nuovo allestimento de Il Vangelo secondo Antonio di Dario De Luca, andato in scena al teatro Morelli di Cosenza. Lo spettacolo aveva debuttato la scorsa primavera a Castrovillari, al festival Primavera dei teatri, ma anche grazie a una scenografia più contemporanea raggiunge una potenza visiva che la prima messinscena non aveva.vangelo Continua a leggere

Emma Dante, danzare tra la vita e la morte

Si ride e ci si emoziona con Le sorelle Macaluso, scritto e diretto dalla Dante e andato in scena al Teatro Auditorium dell’Unical

C’è una dimensione al confine tra al di qua e al di là, tra vita e morte, in cui superstiti e defunti s’incontrano, una sorta di quarta dimensione dove vivono ricordi, preghiere, o dialoghi immaginari. Una sospensione, che ne Le sorelle Macaluso di Emma Dante diventa un’apnea, in cui da vivi manca l’aria e si torna a respirare da morti. La drammaturga e regista palermitana costruisce uno spettacolo emozionante, in cui si ride, ci si commuove, si gode della grazia dei ballerini, ma ci si inquieta pure. Perché dentro ci trovi la vita, e la vita può essere maledettamente misera. Come quando, per sopravvivere, si è costretti ai lavori più mortificanti, o quando si perdono le persone care.dante Continua a leggere

Tornatore, la magia e i segreti del grande schermo

Incontro con Giuseppe Tornatore, ospite del Premio Padula di Acri. Il regista premio Oscar racconta i retroscena del suo cinema

Il Cinema Nuovo di Acri sembra il Nuovo Cinema Paradiso di Giancaldo, coi ragazzi a carpire i trucchi del mestiere di Giuseppe Tornatore, come il piccolo Totò faceva col proiezionista Alfredo. È un piacere osservare giovani menti cibarsi di un nutrimento ghiotto, perché ci si prende gusto a parlare con un regista che, da trent’anni a questa parte, è protagonista della cultura cinematografica italiana e internazionale. Per averne un’idea basta scorrere il lungo elenco di premi e riconoscimenti, a cominciare dall’Oscar per il film con l’attore-bambino Salvatore Cascio e con Philippe Noiret.

Tornatore

Giuseppe Tornatore e Giovanna Taviani

Continua a leggere

Rezza e la parabola del potere Anelante

Rezza e Mastrella tornano al Teatro Auditorium dell’Unical: ridere è una cosa seria

Sotto la maschera del surreale e del grottesco, Rezza è chirurgico nella destrutturazione di luoghi comuni e costumi sociali, di riti e credenze. Si ride assistendo ad Anelante, l’ultima fatica realizzata come sempre in coppia con Flavia Mastrella, ma con la consapevolezza e il conseguente disagio di essere rimasti nudi, come il famoso re della fiaba, e come gli stessi attori.rezza Continua a leggere