Locandiera B&B, la commedia diventa nera e piena di suspense

La riscrittura di Erba della Locandiera di Goldoni, andata in scena al Teatro Auditorium dell’Unical, è godibilissima. La protagonista, con una perfetta Laura Morante, perde qualche sfaccettatura

Della Locandiera di Carlo Goldoni rimane poco. Nella riscrittura di Edoardo Erba, costruita per Laura Morante e diretta da Roberto Andò, perdura una labile traccia dell’astuta e indipendente padrona di locanda e dei suoi avventori/corteggiatori nobili e facoltosi. Resta la furbizia della donna, che pure inizialmente appare sprovveduta, e intorno a essa Erba struttura un noir dai toni lievi, a metà tra una commedia nera e un giallo da camera alla Agatha Christie, se non fosse che il delitto avviene alla fine e con esso il disvelamento del mistero che si cela dietro i personaggi. Che nei nomi richiamano quelli della più rappresentata commedia goldoniana, conservandone le prime o le ultime lettere, a dimostrazione che questa Locandiera B&B (vista al Teatro Auditorium dell’Università della Calabria) trae ispirazione dal testo originale ma se ne allontana.locandiera Continua a leggere